Forasacco

Quando arriva la bella stagione spuntano i temuti "forasacchi", le ariste delle graminacee selvatiche. Diventa necessaria un'estrema attenzione durante le passeggiate, non solo nei prati, ma anche lungo i marciapiedi.

Il vero pericolo è rappresentato dal forasacco essiccato: i frammenti secchi, di colore giallo scuro, con dimensioni che possono variare da 1 a 3 cm, si presentano con punta acuminata e a forma di lancia, con piccoli dentelli messi in maniera tale da consentirne sempre e comunque l'avanzamento in un'unica direzione. Pungono la pelle e le mucose dei nostri animali creando tragitti fistolosi.

Le localizzazioni più frequenti sono rappresentate dalle orecchie, il naso, gli spazi interdigitali, gli occhi, la gola e l'albero bronchiale, ma anche la regione ascellare, inguinale, perianale, vulva e prepuzio.

Possono essere un problema anche per i gatti.

Gli animali più esposti sono sicuramente quelli con pelo fitto e lungo.

Se il forasacco penetra nell'orecchio, il cane tende a tenere ruotata la testa dal lato colpito e tende a scuotersi e grattarsi, lamentandosi quando tocchiamo la parte.

A volte ci sono però spighe che non danno grossi sintomi e permangono nell'orecchio; macerano e si confondono con il cerume, originando gravi otiti.

Portare in visita il cane per evitare infezioni, ma soprattutto per evitare danni alla membrana timpanica.

L'estrazione del forasacco dall'orecchio a volte necessita sedazione a seconda della localizzazione e dell'indole dell'animale (più o meno collaborativi).

Se il forasacco viene inalato il sintomo è uno starnuto frequente e convulso (10-15 starnuti consecutivi) che può essere accompagnato o meno dalla fuoriuscita di sangue dalla narice colpita.

Se il forasacco non viene eliminato con lo starnuto, anche se avanza, difficilmente passa in trachea, ma viene deglutito arrivando nello stomaco senza ulteriori problemi.

Risulta però importante procedere all'estrazione per evitare che il permanere dello stesso possa creare infiammazioni e infezioni. Intervento che viene fatto sempre in anestesia generale.

Se il forasacco penetra attraverso la cute integra e vi rimane per tempo, può raggiungere gli strati muscolari profondi, creando durante la progressione un tragitto fistoloso come una vera e propria galleria. La zona si presenta tumefatta, calda e dolente, fino all'ulcerazione con fuoriuscita di pus. Se vengono interessati gli arti si può notare leccamento ripetuto della zampa fino a comparsa di zoppia vistosa.

L'identificazione e l'estrazione del forasacco in questa sede spesso richiede un'ecografia.

Se il forasacco penetra nell'occhio, questo si presenta spesso chiuso o semichiuso, gonfio, con forte lacrimazione.

Se non si interviene si può passare da una semplice congiuntivite fino alla perforazione corneale.

Se abbiamo una buona collaborazione del paziente, per l'estrazione è sufficiente un'anestesia locale, altrimenti bisogna ricorrere alla sedazione.

Se il forasacco viene aspirato dalla bocca, passa in gola, quindi in trachea e nell'albero bronchiale.

In questo caso l'animale manifesta crisi di tosse, a volte accompagnata da sangue.

Importante intervenire tempestivamente con broncoscopia per evitare conseguenze gravi che possono mettere a rischio la vita del cane.

Prevenzione

Per cercare di prevenire e ridurre i rischi da forasacco è importante quindi eseguire sempre una rapida ispezione del cane, spazzolarlo e controllare anche tra le dita e nelle zone ricche di pelo; evitare di portare i nostri animali in campi con erba alta, oppure tagliata e non raccolta; mantenere il pelo corto.

Invia un messaggio oppure chiama il 055 8969789 per maggiori Informazioni o Prenotazioni

« TORNA AI CONSIGLI UTILI


Come raggiungerci

La Clinica Veterinaria Il Giglio è situata in prossimità del centro commerciale i Gigli, a Campi Bisenzio, in posizione strategica fra Firenze e Prato ed è aperta tutti i giorni dell'anno 24 ore su 24.
E’ facilmente raggiungibile dall’Autostrada A1, uscita Calenzano-Sesto Fiorentino e dall’Autostrada A11, uscita Prato Est. In entrambi i casi, appena usciti dall’autostrada, seguire le indicazioni Centro Commerciale I Gigli. Dispone di un ampio parcheggio privato.
E’ raggiungibile anche con i mezzi pubblici. Clicca sulla mappa qui accanto per vedere l'esatta posizione della clinica.

Mappa

Indirizzo e-Mail:

Digita i numeri visualizzati nell'immagine sotto.

img

Siamo presenti per Voi e i Vostri amici animali 24 ore su 24.

La clinica ha l'obiettivo di assicurare una pronta e continua assistenza veterinaria, effettuare esami diagnostici e di laboratorio in tempi brevi, poter offrire una degenza per gli amici meno fortunati, sotto il costante controllo di medici veterinari specializzati.

Operiamo nell'area di Firenze e Prato con uno staff di medici veterinari che lavora con professionalità e passione.